• Camera obscura al Passo del Bernina

    Camera obscura al Passo del Bernina

 

Il 5 ottobre 2019 ad Ospizio Bernina sarà presentato al pubblico il nuovo punto d’appoggio Bernina dell’Ufficio tecnico Grigioni. Oltre alla sua funzione di punto d’appoggio per il mantenimento invernale della strada del Passo del Bernina, questa costruzione progettata dallo studio d’architettura di Coira Bearth & Deplazes custodisce un’attrazione speciale. In collaborazione con il fotografo Guido Baselgia, gli architetti hanno realizzato all’ultimo piano dell’imponente silo adibito al deposito di sale e pietrisco una camera oscura. Questa permette ai visitatori di percepire la zona del Bernina in un modo totalmente nuovo e di riflettere sulla percezione.

Dal 5 al 20 ottobre sarà possibile visitare la Camera obscura tutti i giorni dalle ore 10 alle 16 accompagnati da una guida (visita guidata 30 min).

www.camera-obscura.ch

valposchiavo blog cameraobscura 2

La Camera obscura
La Camera obscura sulla torre del silo del punto d’appoggio è un locale senza finestre. Solo attraverso un foro nella parete entra luce sulla parete concava all’interno e riflette in questo modo “l’immagine” del paesaggio - un modo inaspettato di contemplare il panorama. L’archetipo della camera oscura funziona senza lente. Un semplice foro nel contenitore di un locale buio genera sulla parete interna un’immagine del mondo esterno. E la sua caratteristica è che il punto di visuale si estende a 180°. La situazione al Passo del Bernina è una fenomenale costellazione di metodo ottico ancestrale, di paesaggio artico e della funzione del punto d’appoggio nel contesto delle stagioni.

Spazio e tempo
Il riflesso del mondo esterno all’interno della Camera obscura attraverso il foro mostra all’osservatore la propria immagine interna, e si può trasformare in un atto contemplativo. Ci vorrà del tempo fino alla percezione dell’immagine. Nella Camera obscura l’immagine è sottosopra, la stessa che a cielo aperto sta “in piedi” grazie all’intervento del cervello dell’osservatore. Questa funzione è aggirata dalla riproduzione nella Camera obscura. La forma cilindrica del locale interno trasforma lo schermo di proiezione in un cinerama concavo rovesciato verso l’interno, che va a rafforzare ulteriormente l’esperienza visiva.

valposchiavo blog cameraobscura 3

Costruzione del nuovo punto d’appoggio Bernina
La costruzione del nuovo punto d'appoggio permette di migliorare considerevolmente le condizioni di spazio e i presupposti per un servizio di manutenzione stradale efficiente ed economico sulla strada del passo del Bernina. Darà il suo fondamentale contributo anche il silo adibito al deposito di sale e pietrisco, il quale avrà una capacità di 475 metri cubi. 

La zona del nuovo punto d'appoggio rientra nel territorio Bernina Glaciers e appartiene a uno dei dodici siti del patrimonio mondiale UNESCO in Svizzera e l'ubicazione della costruzione confina con la zona cuscinetto stabilita dall'UNESCO. Il progetto dello studio d'architettura Bearth & Deplazes, Coira, è stato studiato in maniera approfondita per essere compatibile con il paesaggio. La gestione attenta della natura è stata posta alla base del progetto. Una facciata sinuosa in calcestruzzo a vista e la torre del silo libera ridefiniscono il luogo situato lungo la strada del Bernina poco prima del passo. La disposizione a ventaglio lenticolare dell'edificio si inserisce in modo ottimale nel comparto territoriale esistente. Tutti gli spazi che si trovano dietro la facciata sinuosa sono coperti da terra, ciò che rende possibile la rinaturalizzazione del luogo.

Rimani in contatto con la Valposchiavo!

Valposchiavo Turismo

CH-7742 Poschiavo

T +41 81 839 00 60

E info@valposchiavo.ch

 

logo ecomunicare

logo unesco de

Utilizzando www.valposchiavo.ch, accetti il nostro uso dei cookie, per una migliore esperienza di navigazione.