Lara Boninchi Lopes

44 anni
Vive a a Poschiavo
Designer stone-art e giornalista de “Il Grigione Italiano”

La Valposchiavo per me è un angolo al sud delle Alpi che ancora stupisce e meraviglia. Attrae particolarmente dal punto di vista architettonico e si contraddistingue per una vita culturale assai vivace.

Tipica, caratteristica, cordiale e ospitale. La gente ti saluta con un “bundì” e con un sorriso direttamente dal cuore.

In dialetto poschiavino ricordo una parola ormai caduta in disuso: “al ciürlu”. Ovvero un termine che usava mio nonno per nominare “il caffè”. “Al ciürlu” fa parte della mia infanzia. “Nina porta scià al ciürlu”: “Nina porta il caffè”, sbraitava il nonno rivolgendosi alla nonna Andreina detta “Nina”. Sento ancora il profumo della tazzina fumante di caffè nella stüa pusc’ciavina…

Il nonno Egidio Crameri (detto Felpa) era un abile scalpellino: nella sua cava preparava le tegole in serpentino per la posa dei tetti della Valle.

Da tre generazioni ormai ci occupiamo di pietre, il sapere è stato tramandato da padre in figlio. La nostra è una famiglia di artisti: gli uomini lavorano la pietra con pazienza, meticolosità e particolare abilità manuale; le donne si occupano del design e della vendita di tutti i gioielli presso il negozio Stone-Art, a pochi passi dalla piazza del Borgo di Poschiavo.

Chiudo gli occhi e immagino i colori e le venature delle diverse pietre, la matita scivola tra le dita e sul foglio appare un abbozzo, quello di una collana che parla della mia Valle e della sua anima.

La mia ultima creazione è la collana poschiavina: un girotondo colorato di pietre delle nostre montagne. Un gioiello che ha dentro di sé tutta la bellezza, le tonalità e la forza delle pietre locali. Dalla materia prima al prodotto finale tutto nasce in Valposchiavo, stone-art produce a chilometro zero e nel pieno rispetto dell’ambiente.

È difficile scegliere una pietra preferita. Il serpentino verde mi piace per la bellezza dei riflessi, il marmo Sassalbo per la delicatezza delle sfumature, la giada-nefrite di Poschiavo per la lucentezza e il granito Palü per il carattere deciso e grintoso.

 

Altre storie dalla Valposchiavo

Silenzio!

PACCHETTO VACANZA

Con le racchette da neve lontano dal frastuono della città

3 giorni / 2 notti

Nuova piantina di Brusio

14 Ottobre 2018

In occasione dei festeggiamenti per il decimo anniversario del riconoscimento della Ferrovia retica come patrimonio dell’umanità e della 18a edizione della Sagra della Castagna, Valposchiavo Turismo ha introdotto la nuova piantina di Brusio. Il nuovo stampato riproduce sul lato anteriore una cartina stilizzata della località, mentre sul retro sono descritte brevemente le principali attrazioni.

La trasmissione «Sternstunde Religion» di SRF 1 scopre la spiritualità della Valposchiavo

02 Ottobre 2018

In occasione della terza parte della serie Percorsi spirituali nei Grigioni (Spirituelle Wege im Bündnerland) Norbert Bischofberger percorre a piedi la valle e incorre in numerose testimonianze della sua storia turbolenta, caratterizzata dalla lotta fra le confessioni. La trasmissione andrà in onda domenica 7 ottobre alle ore 10 su SRF 1.

Leo e Lila alla scoperta del Grigionitaliano

13 Settembre 2018

Su iniziativa e in collaborazione con la Pro Grigioni Italiano (Pgi), la Società storica dell’arte Svizzera SSAS ha pubblicato una guida per ragazzi dedicata alle principali meraviglie storico-artistiche e culturali delle tre regioni del Grigionitaliano: Valposchiavo, Bregaglia e Moesano.

Rimani in contatto con la Valposchiavo!

Valposchiavo Turismo

CH-7742 Poschiavo

T +41 81 839 00 60

E info@valposchiavo.ch

 

logo ecomunicare

logo unesco de

Utilizzando www.valposchiavo.ch, accetti il nostro uso dei cookie, per una migliore esperienza di navigazione.